Lecce like a local: vivere l'essenza del Salento

5 août 20191 min di lettura
Cattedrale di lecce

Lecce culturale

Vi trovate nella splendida penisola salentina e non vedete l’ora di poter visitare Lecce? Carte e cellulari alla mano, iniziate con lo scoprire che la città ha dato il nome a un particolare stile architettonico e ad una pietra utilizzata per realizzarlo. E così vi mettete in moto per ammirare il Barocco leccese, di cui si trovano in città numerosi esempi, come nel Duomo o nella Basilica di Santa Croce, costruiti con la pietra leccese, in dialetto salentino "leccisu": una roccia calcarea ideale per essere lavorata con lo scalpellino. 

L’Anfiteatro Romano di Piazza Sant’Oronzo

Leggerete che Lecce, un tempo, si chiamava Lupiae. Scoprirete che la Piazza Sant’Oronzo ha modificato la sua morfologia da inizio 900 quando, in seguito a degli scavi, fu riportato alla luce l’Anfiteatro Romano del II secolo d.C. La vostra sete di curiosità sarà saziata dagli innumerevoli segreti della città.

Con gli occhi del turista, vivendo come un locale

I colori del Salento

Se invece volete abbandonare la veste del turista e immaginare per qualche giorno di essere parte di questo meraviglioso mondo, assaggiatene i sapori, apprezzatene i profumi. 

Esperienza genuina in una masseria

Masseria Stali

A pochi passi da Lecce, ideali per una visita gourmet o addirittura per passare qualche notte sentendosi davvero salentini, troverete delle splendide masserie. Queste antiche aziende agricole, in cui alloggiavano i padroni e i contadini, ospitavano anche stalle e frantoi, granai e caseifici. La masseria Stali, per esempio, si trova a metà strada tra Lecce e Otranto. Lì vicino troverete anche il Naturalis Bio Resort agriturismo che offre soggiorni con spa privata e trattamenti estetici. 

Niente di meglio che riposarsi all’ombra di un ulivo

Un soggiorno presso una masseria, un’ora passata all’ombra di un ulivo o qualche minuto trascorso sorseggiando un bianco, un rosso o un rosato vi faranno comprendere la cultura di questa terra. Un luogo ambito da millenni: da quando dall’Illiria i Messapi vennero a scoprirlo nell’VIII secolo a.C., il Salento non ha mai cessato di essere desiderato ed apprezzato.

Fidatevi, Lecce e le campagne salentine meritano più di una visita.

Continua a leggere